Veneto: voucher per i servizi alla prima infanzia - Fattore famiglia 2023

Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 4 900 000

Descrizione

Bando per la concessione di voucher, per l'anno 2023, per i servizi alla prima infanzia, mediante la prosecuzione dell'applicazione sperimentale del Fattore Famiglia. 

 

Obiettivo

Il voucher è un contributo della Regione Veneto per la frequenza dei servizi alla prima infanzia (0-3 anni) mediante l'applicazione sperimentale del "Fattore Famiglia", di cui alla legge regionale numero 20 del 28 maggio 2020 per gli "Interventi a sostegno della famiglia e della natalità".

Beneficiari

Possono presentare domanda di contributo:

  • cittadini italiani oppure cittadini comunitari oppure cittadini extracomunitari in possesso di idoneo titolo di soggiorno oppure cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria;
  • residenti nel territorio regionale del Veneto;
  • genitori conviventi con il minore, adottato o in affidamento, frequentante, dal giorno 1.9.2021 e per mesi 2 anche non consecutivi, i servizi educativi all’infanzia riconosciuti dalla Regione del Veneto;
  • figlio e genitore/genitore adottivo/genitore affidatario richiedente devono essere coabitanti e avere dimora abituale nello stesso comune, eccetto il caso in cui la domanda venga presentata dal legale rappresentante per il genitore minorenne o incapace di agire per altri motivi;
  • non hanno carichi pendenti ai sensi della L.R. numero 16 dell’11 maggio 2018;
  • hanno un valore ISEE non superiore a euro 20.000.

Interventi ammissibili

L'avviso copre spese per la frequenza dei servizi alla prima infanzia 0-3 anni nel periodo 1 settembre 2023 - 31 agosto 2024.

Incentivi e budget

L’importo del contributo è in funzione dell’applicazione del “Fattore Famiglia” e decresce linearmente da euro 1.300 fino ad un minimo di euro 900; euro 900 sono corrisposti per i redditi con un valore ISEE di euro 15.000 (come rideterminato dall’applicazione del “Fattore Famiglia”), mentre euro 1.300 sono corrisposti per i redditi con un valore ISEE massimo di euro 3.000 (come rideterminato dall’applicazione del “Fattore Famiglia”).

Le domande con valore ISEE superiore ad euro 15.000 (come rideterminato dall’applicazione del “Fattore Famiglia”) non avranno accesso al contributo.

Le risorse ammontano a complessivi euro 4.900.000 a favore degli Ambiti Territoriali Sociali, individuati quali strutture idonee per una corretta e omogenea attuazione dell’intervento e livello ottimale di esercizio delle funzioni associate per le politiche a favore della famiglia.

Tempi e scadenze

Gli Ambiti Territoriali Sociali sono tenuti alla divulgazione dell’iniziativa nel territorio di competenza, alla raccolta delle istanze e all’istruttoria sulle medesime, curando l’esclusione dei soggetti non richiedenti, la graduatoria degli aventi diritto, le comunicazioni del caso, la liquidazione ai beneficiari, l’eventuale accesso agli atti e la rendicontazione alla Regione.

L’Università degli Studi di Verona seguirà l’attuazione del “Fattore Famiglia” nel territorio degli Ambiti Territoriali Sociali, fornendo agli stessi adeguato supporto organizzativo e curando, successivamente, la valutazione degli esiti, in stretto raccordo con la Regione del Veneto; l’intervento prevede la messa a disposizione di un’apposita piattaforma web per la raccolta delle istanze di contribuzione nel periodo 1 aprile 2024 - 15 maggio 2024.

Aggiornamenti e link

Criteri - Dgr n. 1406 del 20 novembre 2023, Bur n. 152 del 24 novembre 2023

Regione Veneto

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Attive
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social
Ubicazione Investimento
Veneto

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.