Umbria: borse lavoro per lavoratori in CIGS a zero ore e mobilita' indennizzata

Data chiusura
20 Dec 2010
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 132 000
Soggetto gestore
Regione Umbria

Descrizione

Bando per la concessione di borse lavoro per la partecipazione ad attività integrative presso gli Uffici Giudiziari del Distretto della Corte d’Appello di Perugia.

Con Determinazione dirigenziale n. 260 del 24 gennaio 2011, pubblicata sul BUR n. 6 del 2 febbraio 2011, sono state approvate le graduatorie a valere sul bando in oggetto.

 

Il bando intende consentire ai lavoratori/alle lavoratrici in mobilità indennizzata o in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria a zero ore, espulsi o temporaneamente sospesi dal lavoro, di svolgere un’attività integrativa di rilevanza sociale, beneficiando di una borsa lavoro aggiuntiva rispetto a quanto garantito dall’ammortizzatore sociale.

Le borse lavoro saranno erogate per un’esperienza di lavoro e contestuale formazione in accompagnamento da svolgere presso gli Uffici Giudiziari del Distretto della Corte di Appello di Perugia quali soggetti ospitanti.

Le borse lavoro finanziabili sono:

  • 14 per mansioni riferibili alla figura professionale di assistente giudiziario del contratto applicato dal soggetto ospitante, con requisito di accesso di diploma di scuola media superiore, di cui n. 7 riservate a lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria a zero ore e n. 7 riservate a lavoratori in mobilità con indennità. Delle 14 borse lavoro n. 10 sono riferite agli Uffici Giudicanti del Distretto della Corte d’Appello di Perugia e n. 4 agli Uffici della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Perugia e delle Procure della Repubblica presso i Tribunali del Distretto di Perugia;
  • 8 per per mansioni riferibili alla figura professionale di operatore giudiziario del contratto applicato dal soggetto ospitante, con requisito di accesso di diploma di scuola media inferiore, di cui n. 4 riservate a lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria a zero ore e n. 4 riservate a lavoratori in mobilità con indennità. Delle 8 borse lavoro n. 6 sono riferite agli Uffici Giudicanti del Distretto della Corte d’Appello di Perugia e n. 2 agli Uffici della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Perugia e delle Procure della Repubblica presso i Tribunali del Distretto di Perugia.

Possono accedere alla borsa lavoro lavoratori/lavoratrici in mobilità indennizzata o in cassa integrazione guadagni straordinaria a zero ore residenti nel territorio della Regione Umbria.

I soggetti richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolo di studio richiesto con riferimento alla figura professionale per la quale viene presentata la domanda;
  • avere un periodo residuo di cassa integrazione guadagni straordinaria a zero ore o di mobilità indennizzata di almeno 15 mesi al momento della presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanne per delitti non colposi o a pena detentiva per contravvenzione e di non avere in corso procedimenti penali ovvero procedimenti amministrativi che comportino sottoposizione a misure di prevenzione o di sicurezza.

Sono finanziabili 22 borse lavoro dell'importo di euro 500 lordi mensili, cumulabili con l’ammortizzatore in godimento, della durata di 12 mesi, a fronte delle attività svolte presso il soggetto ospitante per n. 32 ore settimanali, di cui 20 coperte dall’ammortizzatore sociale.

Le richieste di borsa lavoro devono essere presentate, esclusivamente a mezzo raccomandata A/R, entro il 20 dicembre 2010 al seguente indirizzo:

Regione Umbria
Servizio Politiche Attive del Lavoro
Via Mario Angeloni, 61 – 06124 Perugia

Faranno fede la data e l’ora del timbro postale di spedizione.

Sulla busta deve essere riportata la dicitura: "POR FSE 2007-2013 – Bando per la presentazione delle richieste di borsa lavoro da parte di lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria a zero ore e in mobilità indennizzata per la partecipazione ad attività integrative presso gli Uffici Giudiziari del Distretto della Corte di Appello di Perugia".

Le richieste di borsa lavoro ritenute ammissibili saranno valutate secondo i seguenti criteri:

  • carico familiare punti 0,50 per ciascun familiare a carico, elevato a 1 in caso di nuclei monoparentali;
  • mesi di trattamento già goduti punti 1 per ciascun mese e frazione di mese superiore a 15 giorni.

A parità di punteggio sarà seguito l’ordine cronologico di spedizione della richiesta.

L’elenco dei soggetti utilmente collocati in graduatoria sarà trasmesso dalla Regione Umbria alla Corte d’Appello di Perugia e alla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Perugia (soggetti ospitanti), che procederanno all’assegnazione funzionale dei lavoratori alle diverse sedi interessate.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
05 Jan 2012

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Umbria

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Occupazione umbria, Lavoro umbria, Sociale umbria, Umbria
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.