Programma europeo Cittadini, uguaglianza, diritti e valori 2021-2027

Giustizia, Diritti e Valori 2021-2027Il programma Cittadini, uguaglianza, diritti e valori 2021-2027 nasce con lo scopo di proteggere e promuovere i diritti e i valori sanciti nei trattati dell'UE, nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e nelle convenzioni internazionali in materia di diritti umani applicabili, in particolare sostenendo le organizzazioni della società civile e altri portatori di interessi che operano a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale e incoraggiando la partecipazione civica e democratica, al fine di sostenere e sviluppare ulteriormente società aperte, basate sui diritti, democratiche, eque e inclusive che sono fondate sullo Stato di diritto.

 

Gli obiettivi del programma

Il programma persegue gli obiettivi specifici seguenti, corrispondenti a delle sezioni:

  • salvaguardare e promuovere i valori dell’Unione (sezione valori dell’Unione);
  • promuovere i diritti, la non discriminazione e l’uguaglianza, compresa la parità di genere, e promuovere l’integrazione della dimensione di genere e l’integrazione della non discriminazione (sezione uguaglianza, diritti e parità di genere);
  • promuovere il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell’Unione e gli scambi tra i cittadini di diversi Stati membri nonché sensibilizzarli in merito alla loro storia comune europea (sezione coinvolgimento e partecipazione dei cittadini);
  • contrastare la violenza, compresa la violenza di genere (sezione Daphne)

Obiettivo 1 - sezione valori dell’Unione

Nell'ambito di questo obiettivo specifico, il programma mira a proteggere e promuovere i diritti, nonché a sensibilizzare in merito, fornendo un sostegno finanziario alle organizzazioni della società civile che operano a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale per promuovere e coltivare tali diritti, rafforzando in tal modo anche la protezione e la promozione dei valori dell’Unione e il rispetto per lo Stato di diritto e contribuendo alla costruzione di un’Unione più democratica, al dialogo democratico, alla trasparenza e al buon governo.

Obiettivo 2 - sezione uguaglianza, diritti e parità di genere

Obiettivi operativi:

  • promuovere l’uguaglianza e prevenire e contrastare le disuguaglianze e le discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l’origine etnica, la religione o le convinzioni personali, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale, e rispettare il principio di non discriminazione per i motivi di cui all’articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea;
  • sostenere, promuovere e attuare politiche globali volte a:

a) promuovere il pieno esercizio dei diritti da parte delle donne; la parità di genere, compreso l’equilibrio tra vita privata e professionale; l’emancipazione delle donne; l’integrazione della dimensione di genere;

b) promuovere la non discriminazione e la sua integrazione;

c) contrastare razzismo, xenofobia e ogni forma di intolleranza, incluse l’omofobia, la bifobia, la transfobia, l’interfobia e l’intolleranza fondata sull’identità di genere, sia online che offline;

d) tutelare e promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza;

e) tutelare e promuovere i diritti delle persone con disabilità;

  • tutelare e promuovere i diritti di cittadinanza dell’Unione e il diritto alla protezione dei dati di carattere personale.

Obiettivo 3 - sezione coinvolgimento e partecipazione dei cittadini

Obiettivi operativi: 

  • sostenere progetti intesi a commemorare momenti salienti della storia europea moderna, tra cui l’ascesa al potere dei regimi autoritari e totalitari, comprese le relative cause e conseguenze, e progetti intesi a sensibilizzare i cittadini europei in merito alla storia, alla cultura, al patrimonio culturale e ai valori che hanno in comune, migliorando così la loro comprensione dell’Unione, delle sue origini, dei suoi obiettivi, della sua diversità, dei risultati conseguiti nonché dell’importanza della comprensione e della tolleranza reciproche;
  • promuovere la partecipazione dei cittadini e delle associazioni rappresentative alla vita democratica e civica dell’Unione, e il loro contributo ad essa, consentendo loro di far conoscere e scambiare pubblicamente le loro opinioni in tutti i settori di azione dell’Unione;
  • promuovere gli scambi tra cittadini di paesi diversi, specialmente attraverso il gemellaggio di città e le reti di città, per permettere loro di cogliere concretamente la ricchezza e la diversità del patrimonio comune dell’Unione e per sensibilizzarli al fatto che tali elementi costituiscono un solido fondamento per un futuro comune.

Obiettivo 4 - sezione Daphne

Obiettivi operativi:

  • prevenire e contrastare, a tutti i livelli, ogni forma di violenza di genere nei confronti delle donne e delle ragazze e ogni forma di violenza domestica, anche promuovendo le norme sancite dalla convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul);
  • prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro minori, giovani e altri gruppi a rischio, ad esempio le persone LGBTIQ e le persone con disabilità;
  • sostenere e tutelare tutte le vittime dirette e indirette delle forme di violenza citate ai punti precedenti, quali le vittime di violenza domestica perpetrata all’interno della famiglia o nell’ambito di relazioni intime, compresi i minori orfani per crimini domestici, e sostenere e garantire lo stesso livello di protezione in tutta l’Unione per le vittime della violenza di genere.

Beneficiari 

Sono ammissibili i soggetti seguenti:

  • i soggetti giuridici stabiliti:

i) in uno Stato membro o un paese o territorio d’oltremare a esso connesso;

ii) in un paese terzo associato al programma, tranne in relazione all’obiettivo 1 - sezione valori dell’Unione;

  • i soggetti giuridici costituiti a norma del diritto dell’Unione o le organizzazioni internazionali.

Alla rete europea di enti nazionali per le pari opportunità (Equinet) può essere assegnata una sovvenzione di funzionamento senza invito a presentare proposte, per coprire le spese associate al programma di lavoro permanente di Equinet.

Forme di finanziamento

Il programma può concedere finanziamenti in tutte le forme previste dal regolamento finanziario.

I contributi a un meccanismo di mutua assicurazione possono coprire il rischio associato al recupero dei fondi dovuti dai destinatari e sono considerati una garanzia sufficiente a norma del regolamento finanziario. 

Un’azione che abbia beneficiato di un contributo nell’ambito del programma può essere finanziata anche da un altro programma dell’Unione, compresi i Fondi in regime di gestione concorrente, purché i contributi non riguardino gli stessi costi. Le regole del programma dell’Unione interessato si applicano al corrispondente contributo fornito all’azione. Il finanziamento cumulativo non supera i costi totali ammissibili dell’azione. Il sostegno proveniente dai diversi programmi dell’Unione può essere calcolato proporzionalmente in conformità dei documenti che specificano le condizioni per il sostegno.

Le azioni che hanno ricevuto un marchio di eccellenza nell’ambito del programma possono ricevere sostegno dal Fondo europeo di sviluppo regionale o dal Fondo sociale europeo Plus del regolamento sulle disposizioni comuni per il periodo 2021-2027 se soddisfano tutte le condizioni cumulative seguenti:

  • sono state valutate nel quadro di un invito a presentare proposte nell’ambito del programma;
  • sono conformi ai requisiti minimi di qualità indicati nell’invito a presentare proposte; 
  • non possono essere finanziate nel quadro dell’invito a presentare proposte a causa di vincoli di bilancio.

Budget

La dotazione finanziaria per l’attuazione del programma per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2027 è fissata a 641 705 000 EUR a prezzi correnti. Ulteriori risorse, per una cifra pari a 800 000 000 EUR a prezzi 2018, potranno essere assegnate al programma ai sensi dell'accordo raggiunto a dicembre 2020 sul bilancio UE 2021-2027 e Next Generation EU.

Soggetto gestore
Commissione Europea
Pubblicato
18 May 2021
Ambito
Europeo
Settori
Cultura, Pubblica amministrazione, Servizi, Sociale
Stanziamento
€ 641 705 000
Finalita'
Promozione, Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe
Tags
Diritti, Cittadini, Valori, Sociale, Regolamento UE 2021/692
Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.