Voucher occupazione: quando hanno natura reddituale?

Maternità - Foto di KoivthL'Agenzia delle Entrate ha fornito istruzioni e chiarimenti in merito ai casi in cui i voucher di conciliazione previsti dal Programma operativo regionale e attribuiti tramite le stesse Province, rappresentino reddito imponibile e i casi invece in cui non siano tassabili. I voucher di conciliazione sono titoli di spesa a sostegno dell’occupazione, favorendo appunto la “conciliazione” tra esigenze lavorative e private attraverso la risoluzione di problemi di ordine pratico ed economico, spesso a carico delle donne, relativi, per esempio, all'assistenza o alla cura della famiglia, di anziani, figli piccoli, malati gravi o cronici, disabili.

UE: 4 miliardi dal Fondo NER 300 per rinnovabili e tecnologie CCS

Fotovoltaico - Foto di jsoler13La Commissione europea ha deciso di finanziare, attraverso due inviti a presentare proposte, progetti relativi allo sfruttamento di fonti rinnovabili di energia e alle tecnologie per la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCS). Le risorse, pari a 4 miliardi di euro, proverranno dal Fondo New Entrant Reserve 300 (NER300), uno strumento finanziario gestito dalla Commissione europea, dalla Banca europea degli investimenti e dagli Stati UE.

Appalti: chiarimenti sulle procedure di concessione dall'Agenzia delle Entrate

Gru - immagine di TeetaweepoCon Circolare del 3 agosto 2010 l'Agenzia delle Entrate si è espressa su alcune problematiche di carattere interpretativo in materia di certificazione dei requisiti fiscali richiesti per la partecipazione alle procedure di affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, forniture e servizi e relativi subappalti, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”.

Applicazione dell'IVA sulle spese dei progetti di ricerca finanziati con fondi europei

Modello F24 - Stato italianoL’introduzione delle nuove norme comunitarie (c.d. VAT Package) con riferimento all’Iva applicabile alle prestazioni di servizi rese e ricevute in ambito UE, ha comportato riflessi nei confronti degli enti non commerciali, che a partire dal 1° gennaio 2010 sono considerati soggetti passivi d’imposta e non più privati consumatori. Vediamo in sintesi l’impatto che le nuove disposizioni contenute nel c.d. VAT Package hanno sulle spese relative a progetti di ricerca finanziati con fondi europei, con particolare riferimento al VII Programma Quadro, il primo in cui si incontrano queste nuove regole.

7PQ: semplificazioni in arrivo per i progetti di ricerca

Settimo Programma QuadroLe procedure di gestione dei progetti di ricerca del Settimo Programma Quadro della UE, già semplificate rispetto alla precedente edizione, sono state di recente ancora riviste con la Comunicazione "Simplifying the implementation of the research Framework Programmes", dove la Commissione agevola ulteriormente la partecipazione al Programma. Inoltre un documento appena pubblicato dall'Helpdesk ha illustrato le conseguenze della mancata presentazione di documenti relativi alla rendicontazione dei costi.

Revisione legale dei conti: d.lgs. 39/2010 di recepimento della Direttiva Comunitaria

Repubblica italiana - immagine di FlankerIl decreto legislativo di recente pubblicato in Gazzetta Ufficiale dà attuazione nell’ordinamento italiano alla direttiva 2006/43/CE, in materia di revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati. Il nuovo provvedimento modifica in più punti l’assetto normativo previgente, con l’obiettivo principale di trasferire in un unico testo le disposizioni del Codice Civile e del testo Unico dell’intermediazione Finanziaria (TUIF) che, fino alla data di entrata in vigore del decreto (7 aprile 2010), regolavano la materia.

La Posta Elettronica Certificata - PEC rivoluziona imprese e PA

tastieraLa Posta elettronica certificata sta per diventare una realtà per tutti i cittadini italiani: a partire dal 26 aprile 2010 potenzialmente circa 50 milioni di utenti potranno richiedere e registrare la loro e-mail. I primi numeri parlano di un successo annunciato. Ad oggi sono oltre 80 mila le caselle richieste dagli utenti all’INPS e all’ACI (i primi enti sperimentatori del servizio), 110 mila quelle già attivate dalle imprese, e più di un milione quelle aperte dai professionisti. Il ministro Brunetta lancerà la PEC universale proprio il 26 aprile nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Vidoni.

Eco-industria, risparmio energetico, eco-progettazione: la sfida dell'UE per la crescita sostenibile

Energie rinnovabili - Foto di Mridul kashCon un fatturato di 300 miliardi di euro, un tasso di crescita dell'8% all'anno e 4 milioni di posti di lavoro creati nel 2008, le eco-industrie sono un elemento chiave della strategia Europa 2020 per la crescita intelligente, sostenibile e solidale. Tuttavia questo elevato livello di produttività non si è ancora tradotto in alta redditività. Uno studio della Commissione ha analizzato la salute del settore e ha raccomandato una serie di azioni politiche per mantenere la leadership globale dell'Europa.

Convegno AIFI 2010: Private Equity e Venture Capital

Istogramma - immagine di JkvL'Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AIFI annualmente organizza un convegno focalizzato sui temi più importanti del settore e sull'analisi dei dati relativi al venture capital e private equity italiano, dove vengono presentati i risultati delle principali ricerche condotte sul mercato. Lo scorso 15 marzo si è tenuto a Milano il Convegno 2010, in cui si è discusso del rapporto tra Private Equity e Imprese, in particolare nell'Italia post-crisi.

Copenhagen: come diventare una capitale carbon-neutral

Copenhagen - Foto di Christian BickelCopenhagen è già da tempo un punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile e la tutela ambientale per molte grandi città. Negli ultimi 10 anni la città ha diminuito il suo impatto ambientale, riducendo le emissioni di CO2 di oltre il 20% e garantendo il 30% del suo approvvigionamento energetico mediante fonti neutrali  per le emissioni di carbonio. Ora la capitale danese ha sviluppato un piano climatico che prosegue il percorso intrapreso, ma provvede anche ad implementare misure per rispondere agli effetti dei cambiamenti climatici previsti, con un grande obiettivo: diventare la prima capitale carbon-neutral entro il 2025.

UE: prospettive per la tutela della biodiversita' oltre il 2010

Formica - Foto di Richard BartzLa Commissione europea ha pubblicato una nuova comunicazione sul tema della perdita di biodiversità, Options for an EU vision and target for biodiversity beyond 2010, in cui si afferma la necessità di una visione strategica che arrivi fino al 2050 e si suggeriscono possibili obiettivi per il 2020. La comunicazione è stata lanciata in occasione della conferenza della presidenza spagnola dell'Unione europea a Madrid, il 26 e il 27 gennaio 2010, "Post-2010 Biodiversity Vision e Target" sul ruolo delle aree protette e delle reti ecologiche in Europa.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.