Nuovo modello per la comunicazione dei crediti d’imposta investimenti Sud, Sisma e ZES

 

Foto di Cleyder Duque da PexelsL’Agenzia delle entrate ha aggiornato di nuovo il modello di comunicazione per fruire dei crediti d’imposta investimenti nel Mezzogiorno, nelle aree colpite dal sisma del 2016 e nelle ZES.

Le ultime novità sugli incentivi del Piano Transizione 4.0

La novità arriva a poco più di due settimane di distanza dalla precedente revisione del modello dovuta, in quel caso, alla necessità di indicare le modalità sia per la restituzione degli aiuti in eccesso, sia per la fruizione del tax credit per le Zone logistiche semplificate (ZLS).

Adesso invece l’aggiornamento arriva all’indomani del via libera della Commissione UE al tax credit sisma 2021, giunto lo scorso 3 giugno.

Visto l’affastellarsi di aggiornamenti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro, l’Agenzia ha chiarito che il nuovo modello potrà essere usato a decorrere dal prossimo 14 luglio. Fino ad allora, pertanto, i contribuenti  potranno usare il modello approvato dal provvedimento n. 193276 del 6 giugno 2022 che, a sua volta, modificava provvedimenti precedenti (in particolare quello del 27 aprile 2022).

Come le precedenti, anche l’ultima versione del modello - quella approvata dal provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 30 giugno 2022 - si applica ai crediti d’imposta Sud, ZES e Sisma.

Credito d’imposta investimenti Sisma

Partendo dal tax credit Sisma 2016, come accennato il nuovo modello del 30 giugno 2022 prende le mosse dall’approvazione del regime d’aiuto da parte di Bruxelles, arrivato con la decisione C(2022) 3805 final del 3 giugno 2022.

Come ricorda infatti il Fisco, “il decreto legge per l’attuazione del Pnrr (articolo 43-ter del Dl n. 152/2021) ha previsto che a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, il credito d’imposta sisma si applica nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla comunicazione della Commissione europea "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell’attuale emergenza del COVID-19" (Temporary Framework)”.

Fino al via libera dell’UE, quindi, l’attuazione dell’agevolazione per l’anno 2021 era ancora in bilico. La situazione si è sbloccata a inizio giugno, dopo che l’UE ha confermato la compatibilità del regime di aiuti sulla base del Temporary Framework. 

Credito d’imposta investimenti nel Mezzogiorno

Il modello di comunicazione del 30 giugno 2022 vale anche per il credito d’imposta Mezzogiorno. In questo caso, però, le ultime novità da tenere a mente sono quelle approvate con i provvedimenti precedenti (e che restano pienamente in vigore). Stiamo parlando, in particolare, della possibilità di restituire gli aiuti in eccesso e dell’ampliamento del perimetro geografico di applicazione del tax credit che sostiene gli investimenti nelle regioni del sud, varato dalla Legge di bilancio 2022.

In linea infatti con quanto previsto dalla nuova Carta degli aiuti a finalità regionale 2022-2027 (approvata dalla Commissione UE il 2 dicembre 2021), l’ultima Manovra economica ha incluso fra i destinatari, per il 2022, anche le imprese con strutture produttive del Molise.

Credito d’imposta investimenti nelle ZES

Infine discorso analogo per quanto riguarda il tax credit per gli investimenti nelle Zone economiche speciali (ZES). Anche in questo caso, infatti, il nuovo modello non cambia la misura, mentre a dettare le regole è il precedente provvedimento del 6 giugno 2022 che tiene conto di alcuni degli ultimi aggiornamenti intervenuti sulla disciplina del credito d’imposta ZES.

Parliamo, nello specifico, di quanto previsto dalla Legge di bilancio 2020 che ha esteso il bonus per investimenti nelle ZES ai beni acquisiti entro il 31 dicembre 2022. Un ampliamento divenuto poi operativo - anche in questo caso - con l’approvazione da parte della Commissione europea della Carta degli aiuti a finalità regionale 2022-2027.

Per approfondire: Le ultime novità sul credito d'imposta investimenti ZES

Consulta il provvedimento del 6 aprile 2022 con il relativo modello di Comunicazione e le relative Istruzioni per la compilazione

Consulta il provvedimento del 6 giugno 2022

Consulta il provvedimento del 30 giugno 2022

Foto di Cleyder Duque da Pexels

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.