UE: consultazione pubblica sulla cooperazione tra i registri d'imprese

 
UELa Commissione Europea ha aperto il 4 novembre 2009 una consultazione pubblica finalizzata all'individuazione delle misure per migliorare l'accesso alle informazioni delle aziende e per incrementare la cooperazione tra i registri delle imprese. La consultazione si basa sul Rapporto Progressivo e sul Libro Verde relativi all'interconnessione dei registri d'imprese. Tutte le parti sociali sono invitate a presentare proposte entro il 31 gennaio 2010.
Gli Stati Membri, il Parlamento Europeo, il Comitato Economico e Sociale, singoli cittadini dell'UE, organizzazioni e autorità pubbliche sono invitati a presentare proposte sui temi seguenti:
  • Accesso alle informazioni - il network dei registri d'imprese;
  • Cooperazione tra i registri d'imprese.

Tali argomenti sono descritti nel  Libro Verde, in cui sono ricordati i progetti attualmente attivi e in corso di attivazione sulla cooperazione tra i registri d'imprese:

  • l'European Business Registers (EBR), che coordina i registri di 18 Stati Membri, permettendo agli utenti di accedere alle informazioni mediante una piattaforma elettronica;
  • il progetto BRITE (Business Register Interoperability Throughout Europe), sperimentato solo in alcuni paesi, volto a sviluppare ed implementare modelli innovativi di inter-operabilità tra i registri delle imprese;
  • l'Internal Market Information System (IMI), uno strumento sviluppato per la cooperazione amministrativa tra gli Stati Membri e per migliorare la legislazione del Mercato Interno;
  • il progetto e-Justice, il cui piano d'azione per il periodo 2009-2013 prevede l'integrazione del'EBR nel proprio portale telematico, che sarà attivato entro la fine del 2009.

Nel 2007, un emendamento alla direttiva Prima legge d'impresa del 1968 ha assicurato la presenza di registri d'impresa elettronici in tutti gli Stati Membri; al momento, però, la cooperazione tra i registri avviene ancora su base volontaria.

Il Commissario Europeo per il Mercato Interno e i Servizi, Charlie McCreevy, ha affermato che "l'attuale crisi economica ha evidenziato ancora una volta l'importanza della trasparenza nei mercati finanziari. Migliorare l'accesso agli aggiornamenti e alle informazioni ufficiali sulle compagnie, rappresenta per i creditori, i partner commerciali e i consumatori uno strumento per ristabilire fiducia nei mercati".

Consultation on the interconnection of business registers

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.