Politica Agricola Comune - bando UE per servizi di informazione

 

Politica Agricola ComunePubblicato il nuovo bando europeo dedicato alle misure di informazione riguardanti la Politica Agricola Comune (PAC). A disposizione 4 milioni di euro per la realizzazione di conferenze, eventi mediatici e campagne online rivolti a giovani, agricoltori e stakeholder.

Riforma PAC post 2020 - cosa ne pensano le organizzazioni agricole 

La Commissione UE ha lanciato il bando 2019 per la realizzazione di attività informative sulla Politica Agricola Comune (PAC), con l'obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza del sostegno dell’Unione all’agricoltura e allo sviluppo rurale attraverso la PAC.

Le risorse a disposizione ammontano a 4 milioni di euro.

La proposta della Commissione per la PAC post 2020

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le persone giuridiche costituite in uno Stato membro dell’Unione, come ad esempio: le organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche), le autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali), le associazioni europee, le università, gli istituti di insegnamento, i centri di ricerca e le società di mezzi di comunicazione.

Nelle proposte progettuali per la realizzazione di misure di informazione i richiedenti devono illustrare in che modo la PAC debba continuare a contribuire alla realizzazione delle priorità politiche della Commissione UE.

Le misure di informazione ammissibili sono:

  • produzione e distribuzione di materiale multimediale o audiovisivo,
  • campagne in Internet e sui social media,
  • eventi mediatici,
  • conferenze, seminari, gruppi di lavoro e studi su questioni inerenti alla PAC,

che devono essere attuate a livello multiregionale, nazionale o europeo.

Destinatari

Gli interventi formativi devono rivolgersi al pubblico in generale - in particolare ai giovani nelle aree urbane -, agli agricoltori e ad altri soggetti attivi nel mondo rurale. 

In particolare, per le azioni destinate agli allievi delle scuole, agli insegnanti e agli studenti universitari è opportuno adottare nuovi approcci per dialogare con i giovani e sensibilizzarli alla PAC e al contributo che essa apporta in molti settori, quali la lotta contro i cambiamenti climatici, i prodotti alimentari, un’alimentazione sana e di elevata qualità intesa come stile di vita, nel contesto anche del nuovo programma dell’UE per la distribuzione di latte, frutta e verdura nelle scuole, in vigore dal 1° agosto 2017.

I progetti devono avere una durata massima di 12 mesi.

Le domande devono essere presentate entro il 14 dicembre 2018

Fondi UE – riparte il programma Frutta e latte nelle scuole

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.