Erasmus giovani imprenditori, al via il bando per gli intermediari

 

Erasmus giovani imprenditoriEspandere e rafforzare le reti di organizzazioni intermediarie che cureranno l’implementazione del programma Erasmus for Young Entrepreneurs (EYE) a livello locale. É questo l'obiettivo della call appena aperta, nell'ambito del programma europeo Single Market.

Tirocini presso le istituzioni europee: come fare domande

L'iniziativa è rivolta alle organizzazioni intermediarie, che fungono da punti di contatto locale nei paesi partecipanti al programma Erasmus per giovani imprenditori e servono a mettere in relazione gli imprenditori interessati alla mobilità, prendendosi cura della loro selezione e assistenza. 

Cos'è Erasmus per giovani imprenditori

Come funziona Erasmus per giovani imprenditori

L'Erasmus per giovani imprenditori finanzia esperienze di scambio transfrontaliero e offre l’opportunità di apprendere come gestire un’attività imprenditoriale collaborando con imprenditori e professionisti operativi nell'Unione.

Il programma coinvolge:

  • nuovi imprenditori o aspiranti tali: giovani seriamente intenzionati a costituire una propria impresa o che abbiano avviato una propria attività negli ultimi tre anni;
  • imprenditori già affermati: titolari o responsabili della gestione di una PMI in un altro Paese partecipante al programma.

Lo scambio di esperienze avviene nell’ambito di un periodo di lavoro presso la sede dell’imprenditore esperto, che aiuta il nuovo imprenditore ad acquisire le competenze necessarie a gestire una piccola impresa. Il soggiorno è cofinanziato dall’UE.

I vantaggi sono reciproci, perché da un lato l’imprenditore ospitante ha l’opportunità di considerare la propria attività sotto nuovi punti di vista, collaborare con partner stranieri e informarsi su nuovi mercati, mentre il neo-imprenditore può acquisire nuove competenze direttamente sul campo.

Consulta la guida per nuovi imprenditori 

Consulta la guida per imprenditori ospitanti

EYE, i risultati raggiunti finora

Oltre 10mila scambi imprenditoriali, più di 18mila nuovi imprenditori candidati, più di 11mila imprenditori ospitanti candidati e 45 Paesi coinvolti. Sono questi i numeri più significativi del programma EYE. 

Dati Dicembre 2021 - Fonte: Erasmus for Young Entrepreneurs

Andando ad approfondire questo quadro generale, l'ultima infografica pubblicata a novembre 2021 fornisce una serie di dati a proposito dell'iniziativa.

L'Erasmus per giovani imprenditori risulta essere molto popolare, con oltre 41mila domande presentate, con l'attivazione di svariate collaborazioni che hanno coinvolto oltre 26mila imprenditori in tutta Europa.

I neo-imprenditori che hanno aderito al programma provengono prevalentemente dall'Italia, seguita da Spagna, Polonia, Romania e Grecia. Gli imprenditori già affermati che hanno accolto i partecipanti, invece, sono soprattutto spagnoli, cui si affiancano italiani, tedeschi, inglesi e olandesi.

Infografica novembre 2021 - Fonte: Erasmus for Young Entrepreneurs

Guardando ai settori di attività, invece, l'EYE ha interessato soprattutto l'area delle 'other activities', seguite da media e promozione, servizi educativi, architettura, turismo e ICT.

I partecipanti sono soprattutto neo-imprenditori (63%), in prevalenza uomini (51%). Le donne partecipano di più in qualità di nuove imprenditrici (49%), mentre sono poche le partecipanti con un'attività già avviata (27%) che ospitano neo-imprenditori presso la propria azienda.

Torna all'indice

Il bando per selezionare gli intermediari

Il bando è destinato alle organizzazioni intermediarie che, in qualità di punti di contatto locale per l'implementazione del programma EYE, promuoveranno e faciliteranno la mobilità degli imprenditori. La funzione di questi enti è quindi quella di snodo strategico per rendere più efficente il 'matching' tra domanda e offerta, cioé tra imprenditori ospitanti e ospitati.

Le proposte progettuali devono essere presentate da soggetti pubblici e privati aventi sede negli Stati membri dell'UE, nei paesi che aderiscono allo Spazio economico europeo (SEE) e nei paesi associati. Il consorzio del progetto deve comprendere almeno sei soggetti provenienti da quattro paesi ammissibili e coinvolgere un massimo di dieci partecipanti. In più nella call si specifica che in un consorzio ci possono essere un massimo di due soggetti provenienti dallo stesso Paese.

Le organizzazioni intermediarie individuate a seguito della call, che dovrebbero essere complessivamente tra i 70 e 100 beneficiari, saranno assistite dall’Ufficio di supporto del programma che aiuta il coordinamento e la gestione dello schema Erasmus per giovani imprenditori in tutti i Paesi partecipanti.

Tra le attività che verranno messe in atto dalle organizzazioni per raggiungere l'obiettivo finale del bando ci sono ad esempio la promozione del programma EYE e la selezione dei soggetti coinvolti, ma anche la gestione delle relazioni tra gli imprenditori. Tutti gli interventi sono raccolti nei cosiddetti "Work Packages".

La call, che ha a disposizione una dotazione complessiva di 40 milioni di euro, finanzia due tipologie di progetti:

  • progetti su larga scala, che possono richiedere un contributo massimo fino a 4 milioni di euro;
  • progetti su piccola scala, che possono richiedere un contributo massimo fino a 2 milioni di euro.

La durata di questi progetti è di due anni, compresi in una finestra temporale che va dal 1° febbraio 2023 al 31 gennaio 2027.

C'è tempo fino all'8 giugno 2022 per presentare le domande.

Consulta la scheda sintetica del bando

Torna all'indice

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.