Consiglio UE innovazione - le linee guida del fondo EIC Accelerator

 

EIC AcceleratorLa fase pilota dell’EIC Accelerator, lo strumento del Consiglio europeo per l’innovazione rivolto alle startup e alle PMI innovative, prevede un fondo ad hoc - EIC Accelerator Fund - per attrarre co-investitori e investimenti privati. Ecco come funziona.

> Consiglio UE innovazione - via alla fase pilota di EIC Accelerator

L’EIC Accelerator - attualmente in fase sperimentale nell’ambito del Consiglio europeo per l'innovazione (EIC - European Innovation Council) di Horizon 2020 - mette a disposizione delle aziende e  delle startup con una forte vocazione innovativa un nuovo meccanismo di finanziamento, che combina contributi e fondi equity o quasi equity.

> Horizon 2020 - fondi UE per l’European Innovation Council

Nel dettaglio le imprese che richiedono il supporto dell’EIC Accelerator possono accedere sia a una sovvenzione (compresa tra 500mila e 2,5 milioni di euro) che ad un finanziamento misto che combina il contributo UE con una componente di equity (fino a 15 milioni di euro). Quest'ultima verrà implementata attraverso un apposito fondo di investimento, l’EIC Accelerator Fund.

Come funziona l’EIC Accelerator Fund

In base alle linee guida pubblicate dalla Commissione UE, l’obiettivo del fondo – che vede il supporto della Banca europea per gli investimenti (BEI) – è colmare il gap di finanziamenti che interessa le attività di trasferimento tecnologico. Nonostante i contributi erogati dall’UE o dagli Stati membri, molti progetti di ricerca hanno infatti difficoltà ad attrarre finanziamenti in equity e passare alla fase di commercializzazione.

L’EIC Accelerator Fund fornirà ‘capitale paziente’ (il cui ritorno finanziario avverrà nel medio-lungo periodo) in forma di equity o quasi-equity – in combinazione con i contributi UE – alle aziende selezionate nell’ambito dei bandi dell’EIC Accelerator.

In questa fase pilota il fondo si concentrerà soprattutto su una serie di settori prioritari, tra cui: energia, ingegneria avanzata, life sciences, digitale, spazio, azione per il clima, mobilità del futuro e innovazione sociale.

Saranno supportate diverse tipologie di progetti innovativi, in particolare nel campo deep-tech, presentati da PMI, startup e aziende nella prima fase di sviluppo, attive in qualsiasi settore e con sede negli Stati membri o nei paesi associati al programma Horizon 2020. Il meccanismo di finanziamento misto si rivolge ai progetti d’investimento con rischio elevato che non attraggono ancora gli operatori del mercato.

Per la fase pilota (fino al 2020), il fondo avrà un budget iniziale di 100 milioni di euro; per ogni progetto selezionato la Commissione UE potrà erogare un finanziamento massimo (contributo ed equity) pari a 17,5 milioni di euro.

L’investimento equity dell’EIC Accelerator Fund destinato a ciascuna azienda sarà compreso tra 500mila e 15 milioni di euro, da abbinare al contributo UE, compreso tra 500mila e 2,5 milioni di euro, elevabili a 3,5 milioni di euro per il settore sanitario.

Inoltre il fondo, con il consenso dei beneficiari, metterà in contatto le aziende con la sua rete di mentor, con l’obiettivo di fornire assistenza e raccomandazioni per sviluppare il progetto di business.

> Linee guida

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.