Didattica digitale: 85 milioni dal decreto Ristori. Via al bando per acquisto pc e tablet

 

Coronavirus smart classIn concomitanza con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto Ristori (dl 137-2020) - che stanzia 85 milioni di euro per la didattica digitale - il MIUR lancia un nuovo bando rivolto alle scuole in Abruzzo, Basilicata, Molise e Sardegna per l’acquisto di pc, tablet e dispositivi per la connessione a Internet, destinati ad incentivare le smart class in questo periodo di emergenza.

> Il Piano Scuola per portare la banda ultralarga in classe

Decreto Ristori: 86 milioni per la didattica digitale

Il decreto Ristori (dl 137-2020 pubblicato in Gazzetta ufficiale il 28 ottobre) approvato dal Consiglio dei Ministri a seguito delle nuove restrizioni anti contagio stanzia ulteriori 85 milioni di euro per la didattica digitale integrata, che permetteranno l’acquisto di dispositivi portatili e strumenti per le connessioni Internet. Questi fondi saranno rapidamente disponibili nelle casse delle scuole e saranno dedicati alle studentesse e agli studenti meno abbienti.

> Dalla ristorazione allo sport: tutte le misure del decreto Ristori

Inoltre, con un nuovo decreto - firmato dalla ministra dell’istruzione Lucia Azzolina - sarà possibile concedere alle scuole secondarie di secondo grado ulteriori risorse specifiche, pari ad oltre 3,6 milioni di euro, per garantire la connessione e, quindi, la didattica digitale integrata, a studentesse e studenti che ne fossero ancora privi.

PON Scuola: bando smart class, contributi per la didattica online

Il MIUR ha intanto pubblicato un nuovo bando, cofinanziato dal PON Scuola 2014-2020, per consentire alle istituzioni scolastiche che ancora registrino situazioni di sofferenza nella dotazione di dispositivi e strumenti digitali di supportare l’accrescimento delle competenze degli studenti attraverso nuove metodologie di apprendimento.

Il bando - rivolto alle istituzioni scolastiche statali del primo e del secondo ciclo di istruzione ubicate nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Molise e Sardegna - permetterà di acquisire le attrezzature utili e funzionali a garantire forme di didattica digitale integrata, assegnando dispositivi in comodato d’uso gratuito alle studentesse e agli studenti che ne siano sprovvisti.

Ciascuna istituzione scolastica non potrà chiedere un importo complessivo superiore a 10mila euro.

Le domande possono essere presentate dalle ore 14.00 del 29 ottobre 2020 alle ore 12.00 del 10 novembre 2020.

Coronavirus e scuola: come l’emergenza ha rivoluzionato l’istruzione italiana

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.