PON Scuola: 236 milioni per acquisto di libri di testo e dispositivi digitali

 

pon scuola libriPubblicato il bando PON Scuola che stanzia 236 milioni di euro per garantire il diritto allo studio di studentesse e studenti delle scuole secondarie di I e II grado in condizioni di svantaggio. Grazie ai fondi disponibili le scuole potranno acquistare supporti didattici disciplinari rivolti ai giovani in difficoltà per il nuovo anno.

Manovra 2020: scuola, contributi per l'acquisto di quotidiani e riviste

Bando per l'acquisto di libri di testo, pc e tablet

Il bando è rivolto a:

  • le istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e di secondo grado;
  • le scuole paritarie secondarie di primo e di secondo grado.

Le istituzioni scolastiche devono essere ubicate nelle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto.

> Cosa prevede la Manovra 2020 per cultura, spettacolo ed editoria

Gli interventi devono essere destinati all’acquisizione di supporti didattici disciplinari, libri e kit didattici, anche da concedere in comodato d’uso, a favore di studentesse e studenti che ne abbiano necessità.

In particolare, potranno essere acquistati libri di testo scolastici digitali e/o cartacei, dizionari, dispositivi digitali, materiali didattici per ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (BES) o Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) da destinare, anche in comodato d’uso, alle studentesse e agli studenti che vivono in condizioni di svantaggio.

Il bando mette a disposizione fino a 100mila euro per le scuole secondarie di primo grado e fino a 120mila per quelle di secondo grado sulla base del numero di studenti e di altri indicatori relativi sia al disagio negli apprendimenti sia al contesto socio-economico di riferimento delle scuole.

Le scuole avranno tempo per richiedere i fondi dalle ore 10.00 del 13 luglio 2020 alle ore 15.00 del 23 luglio 2020.

“L’emergenza coronavirus ha messo a dura prova il sistema scolastico, ma anche molte famiglie che stanno affrontando difficoltà economiche impreviste. Con questo intervento puntiamo a tutelare il diritto allo studio, secondo quanto previsto dalla Costituzione. E a dare un supporto concreto a chi deve sostenere spese anche importanti per i figli in vista del nuovo anno scolastico”, ha sottolineato la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. “Si tratta di stanziamenti aggiuntivi rispetto a quelli già destinati a questo scopo. Abbiamo vissuto mesi particolari, avremo una ripresa in condizioni eccezionali, era giusto e doveroso prevedere un rafforzamento delle nostre azioni per il diritto allo studio”.

Editoria, 30 milioni di euro per acquisto straordinario di libri 

In concomitanza, il Mibact ha aperto un bando da 30 milioni di euro per sostenere le librerie e l’intera filiera dell’editoria.

Le risorse sono destinate all’acquisto di libri da parte delle biblioteche dello Stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali che potranno arricchire i propri cataloghi acquistando il 70% dei nuovi volumi in almeno 3 librerie presenti sul proprio territorio.

Le domande devono essere presentate entro le ore 24:00 del 20 luglio 2020.

> Decreto rilancio e scuola

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.