Gli investimenti in startup di CDP Venture Capital SGR - Fondo Innovazione

 

CDP Venture Capital SGR - Fondo Nazionale Innovazione - Foto di cottonbro da PexelsCDP Venture Capital SGR - Fondo Nazionale Innovazione continua ad investire in startup innovative. L'ultimo in ordine di tempo è l'investimento da 3 milioni in Altilia, deep-tech company calabrese leader nella trasformazione digitale e tecnologica dei processi aziendali.

CDP Venture Capital - Fondo innovazione: il piano 2020-2022 vale 1 miliardo

Si allunga la lista degli investimenti deliberati dal Fondo Nazione Innovazione: ad agosto più di 13 milioni sono andati alle startup innovative del Mezzogiorno ed in fase seed e pre-seed, tramite i programmi AccelerORA e Seed per il Sud.

A settembre CDP Venture Capital ha siglato un accordo con Hevolus Srl, azienda pugliese leader in tecnologie disruptive e customer experience innovative, e con Digital Magics S.p.A, per supportare il round di investimento in un gruppo di startup italiane. 

Il primo investimento del 2021, da 2,6 miliardi, è rivolto a 10 startup del portafoglio di LVenture Group. A marzo è stato deliberato l'investimento nella PMI innovativa Altilia, deep-tech company impegnata nello sviluppo di Altilia Intelligent Automation™, una piattaforma evoluta di Intelligenza Artificiale rivolta all’automazione di sofisticati processi aziendali.

8 milioni di euro nell’ambito del programma AccelerORA!

Realizzato tramite il Fondo Acceleratori, l’investimento andrà a sostenere 50 startup meritevoli in fase seed e pre-seed, che stanno affrontando le sfide di Covid-19.​ Gli investimenti saranno gestiti dal Fondo Acceleratori e diverse operazioni localizzate nel Sud d’Italia sono in coinvestimento con il Fondo Italia Venture II. 

AccelerORA! lavora in partnership con i principali acceleratori nazionali attivi in Italia che hanno una comprovata esperienza nello sviluppo del portafoglio delle loro startup e di programmi di accelerazione verticali, con l’obiettivo di supportare le realtà che si trovano nelle fasi iniziali del ciclo di vita per aiutarle a crescere e accompagnarle nella raccolta di ulteriori round di investimento. 

Le operazioni vengono effettuate da acceleratori, investitori terzi o soci in matching grant rispetto ai capitali investiti dal Fondo Acceleratori. Ciascuna startup potrà essere finanziata con un massimo di 300mila euro. Il programma, in partnership con 6 primari acceleratori nazionali, è stato in grado di generare un effetto attrattivo di investimenti per un totale di oltre 22 milioni di euro (incluso quanto investito dal Fondo Acceleratori) destinati a startup operative negli ambiti: Fashion, AgriTech, MedTech, eCommerce, Education, FinTech, Software b2b, SaaS e Digital Community. 

Il primo passo del Fondo nazionale innovazione: 21 milioni per la Space Economy

​5,7 milioni di euro nell’ambito del programma Seed per il Sud

Gli investimenti sono destinati a 30 startup in fase seed e pre-seed, selezionate fra le 67 realtà esaminate, in partnership con 18 acceleratori accreditati nel Mezzogiorno. Gli accordi sono gestiti dal Fondo Italia Ventures II, che allarga con questa operazione il proprio plafond da 6 a 8 milioni di euro per futuri investimenti.

Su 30 interventi deliberati, 23 sono stati siglati e i prossimi 7 sono in chiusura nel mese di settembre. 14 startup sono residenti in Campania, 8 in Puglia, 4 in Calabria, 3 in Sicilia e 1 in Sardegna. Sei di questi sono co-investiti dal Fondo Acceleratori. L’investimento ha generato un effetto attrattivo di altri capitali privati per 4,3 milioni di euro, portando il collocamento complessivo a 10 milioni di euro.

Seed per il Sud è un’iniziativa del Fondo Italia Venture II che ha l’obiettivo di finanziare startup con interventi fino ad un massimo di 300 mila euro ciascuna, entro settembre 2020. Questo intervento, in particolare, nasce in collaborazione con i principali acceleratori e incubatori di impresa per fare fronte alla situazione emergenziale determinatasi a seguito della pandemia Covid-19, per aiutare rapidamente le startup del Sud Italia ad alto potenziale di crescita e tecnologie o prodotti innovativi, immettendo nuove risorse già dalla fase seed  e pre-seed e favorendo lo sviluppo di un flusso di investimenti di qualità anche per successivi interventi e di matching tra startup e soggetti qualificati.

Accordo con Hevolus Srl per un aumento di capitale di 4 milioni

CDP Venture Capital SGR, tramite il Fondo Italia Venture II, ha siglato l’accordo con Hevolus Srl, azienda pugliese leader in tecnologie disruptive e customer experience innovative, per un aumento di capitale di 4 milioni di euro, con l’obiettivo di aiutare una eccellenza tecnologica del Mezzogiorno a espandere il proprio business anche a livello internazionale, non solo nel settore retail, ma anche anche in ambito healthcare, industrial, telecomunicazioni, etc. 

L’operazione permetterà, inoltre, l’eventuale acquisizione di realtà minori con profonde competenze in ambito tecnologico (tecnologie AI e CRM) e il rafforzamento della struttura organizzativa,  tramite l’inserimento di figure professionali chiave nella funzione di R&D e commerciale, a supporto della fase di sviluppo del business.

Accordo con Digital Magics S.p.A per investire in startup

Dando seguito alle operazioni di co-investimento effettuate a settembre 2020, CDP Venture Capital e Digital Magics hanno effettuato un nuovo round di investimenti, portando da 6 a 14 il numero di startup italiane innovative che ne hanno beneficiato.

L’ammontare degli investimenti raggiunge quindi in totale 12,1 milioni di euro, di cui 7,1 in round seed nell’ambito dei programmi “AccelerORA” e “Seed Per il Sud”, oltre a 5 milioni nell’aumento di capitale della startup Buzzoole, al quale hanno partecipato il Fondo Italia Venture II, StarTIP e Vertis SGR.

Le startup coinvolte sono:

  • Aworld: startup innovativa con uffici a Torino e a New York, investe nella sostenibilità e nel futuro del pianeta, con l’obiettivo di creare una cultura sostenibile attraverso il pubblico, le aziende e le istituzioni. AWorld ha creato una piattaforma social-gamified che premia gli utenti per azioni e comportamenti sostenibili, usando il sistema della gamification.
  • Axieme Group: startup attiva nell’insurtech che sta portando la digital transformation nel settore assicurativo. Axieme è il primo e unico player in Italia a distribuire polizze Giveback, che danno diritto all’assicurato a ricevere un parziale rimborso del premio pagato in assenza di sinistri. Axidigital opera come “enabler” per player del settore che desiderano entrare nella distribuzione digitale delle polizze assicurative. Axidata agisce da data aggregator per l’analisi di dati e l’attribuzione di uno scoring agli assicurati.
  • Bikeroom: piattaforma per acquistare bici d’eccellenza online, direttamente dal costruttore, con rateizzazione a tasso 0. Nasce e si sviluppa grazie ad una partnership strategica instaurata con le più importanti case costruttrici per fornire la garanzia di un acquisto online certificato. In base alle preferenze del cliente, la bici viene spedita direttamente a casa o presso un’officina autorizzata Bike-room.
  • Buzzoole, influencer marketing solution provider leader in Italia in grado di connettere i brand ai content creator attraverso l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale, offre alle aziende soluzioni per gestire, automatizzare e misurare le campagne di Influencer Marketing, attraverso piattaforme e algoritmi di Intelligenza Artificiale proprietari. Buzzoole collabora con oltre 850 clienti in Europa e vanta uno dei più grandi marketplace di content creator composto da circa 2 milioni di profili.
  • Crea Assicurazioni: Managing General Agent interamente digitale che sta ridefinendo il processo di sottoscrizione ed erogazione delle polizze assicurative tramite il Machine Learning. La sua tecnologia è basata sul Policy Builder Language, un linguaggio proprietario che permette di digitalizzare qualunque polizza e lo scambio di informazioni tra i vari attori in tempo ridotto. Il modello costruito prezza il rischio in maniera automatica, garantendo l’emissione del certificato assicurativo immediatamente a seguito del completamento della richiesta del cliente.
  • Criptalia è la piattaforma regolamentata di crowdlending peer-to-peer, che collega le PMI di valore che vogliono investire in un progetto di crescita, con i finanziatori alla ricerca di buoni tassi di interesse e a basso rischio sui cui investire. Criptalia utilizza Blockchain pubbliche permissionless, principalmente con i protocolli Bitcoin ed Ethereum, in quanto si ritiene la Blockchain pubblica l’unica che può garantire sufficiente trasparenza, immutabilità e sicurezza agli investitori. La start-up è conforme al 100% al regolamento europeo MiFID II.
  • ELI WMS: piattaforma in cloud che offre una gestione dinamica e innovativa del magazzino aziendale. Permette di gestire magazzini in qualsiasi parte del mondo senza dover sviluppare l’infrastruttura informatica, utilizzando scanner per la lettura di codici a barre e RFID. Sfrutta tutte le potenzialità delle piattaforme cloud di Google per automatizzare ed ottimizzare le operazioni, riducendo costi e tempi legati alle attività delle persone che operano all’interno del magazzino.
  • GrowishPay, start-up fintech italiana, è leader nelle soluzioni di social payment e-wallet based per pagamenti di gruppo, liste regalo, giftcard, e-wallet management, pagamenti privativi, loyalty e cashback. La società opera con il marchio Growish (collette online), ListaNozzeOnline.com (lista nozze per raccogliere importo dei regali su wallet e sito matrimonio) e ScuolaPay, per pagare in modo semplice e sicuro ogni attività scolastica (coming soon). Forti dell’esperienza di oltre 105.000 utenti ed oltre 35 milioni di transazioni gestite, offre soluzioni B2B2C via API, SDK o piattaforma SaaS in white label per il retail e l’e-commerce con convergenza omnicanale ad oltre 1.000 merchant di primaria importanza.
  • Plurima, la piattaforma assicurativa digitale più avanzata e completa presente sul mercato, è la prima rete italiana di Agenti di assicurazione indipendenti. Si tratta di un gestionale assicurativo creato per tutti gli intermediari assicurativi A, B ed E, che garantisce accesso e registrazione veloce e senza obblighi, un’ampia gamma di prodotti specifici per ogni esigenza, preventivi rapidi e strumenti completi per la gestione della documentazione precontrattuale, della polizza e degli incassi.
  • FrescoFrigo, startup innovativa nata con l’obiettivo di sviluppare un nuovo concetto di Retail (1 mq), permette di migliorare il corretto stile di vita di tutti i giorni, grazie all’accesso privilegiato a prodotti di qualità, freschi e salutari a pochi passi dalla propria scrivania e porta di casa. La startup cura l’intero processo tecnologico, dallo sviluppo hardware a quello software, all’installazione del FrescoFrigo. Grazie ad un’App dedicata al cliente e alla Dashboard per il fornitore, la Società è in grado di gestire, consegnare e rifornire giornalmente FrescoFrigo con un’offerta di alta qualità, funzionale alle necessità del target presente all’interno della location.
  • SurgiQ: l’approccio unico di SurgiQ semplifica e ottimizza la gestione dei percorsi di guarigione grazie alla visualizzazione e tracciabilità dei dati ed all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per la pianificazione automatica di risorse critiche. La tecnologia utilizzata rende il percorso clinico più efficace, meno invasivo e più leggero per i pazienti, i loro cari ed il personale sanitario, garantendo il raggiungimento degli obiettivi con priorità maggiore.
  • Volumeet, startup nata con l’obiettivo di sviluppare un social network musicale innovativo per permettere ai fan di tenere traccia di tutti i contenuti social dei propri artisti preferiti, ricevendo notifiche in tempo reale ad ogni nuovo post. Nel corso del 2018, la Società ha sviluppato Musify la prima piattaforma per generare quiz musicali che permette ad aziende e all’industria musicale di creare engagement in maniera innovativa. Ad oggi, la Società ha chiuso un accordo con TIM Musics per l’integrazione delle funzioni della piattaforma Musify all’interno della propria app.
  • Wenda, nata come startup in ambito foodtech, è un’azienda italiana che collabora con i maggiori player del settore Food&Beverage a livello globale, da produttori a retailer, dalla logistica alle compagnie assicurative. Wenda digitalizza i dati di temperatura e tracciabilità unendoli a quelli di logistica nelle molteplici fasi della distribuzione, integrandosi automaticamente con strumenti di misura e software gestionali, di logistica e di qualità utilizzati dai diversi attori della supply chain. Controllando ogni fase della supply chain, riduce il food waste e valorizza la freschezza, ottimizzando i processi e tagliando tempi e costi, tutelando i consumatori, aumentando la trasparenza, la sicurezza e la tracciabilità.
  • Xoko: implementa prodotti digital per il settore turistico e quelli affini. Il suo primo prodotto, Hotelbrand, è una suite di strumenti sviluppata per l’analisi, la comparazione e l’ottimizzazione delle tariffe, delle recensioni, e della brand reputation per le  strutture alberghiere. Una dashboard che aiuta le strutture a risparmiare tempo e risorse, riunendo in un’unica applicazione tutti gli strumenti necessari.

Accordo con LVenture Group per investire in 10 startup

CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione ha co-investito in dieci startup del portafoglio di LVenture Group, holding di Venture Capital quotata sul MTA di Borsa Italiana e tra i principali acceleratori di startup a livello europeo.

L’investimento di 2,46 milioni di euro ha mobilitato risorse per un valore complessivo di 6,56 milioni di euro. Hanno partecipato alla raccolta, oltre a CDP Venture Capital Sgr e LVenture Group, che ha investito 750mila euro, anche diversi investitori professionali.

10 startup del portafoglio di LVenture Group hanno chiuso il fundraising:

  • Besafe Rate, servizio digitale per gli alberghi che permette ai loro clienti di poter prenotare con una tariffa assicurata che li tutela in caso di cancellazione, garantendo i guadagni alla struttura ricettiva;
  • Confirmo, app che digitalizza i processi relativi al consenso informato di un documento da firmare, favorendo maggiore comprensione, trasparenza e tutela legale;
  • DrexCode, piattaforma online per il noleggio di capi di abbigliamento e accessori firmati, che offre inoltre un servizio di stylist;
  • EdilGo, software di e-procurement per l'industria delle costruzioni che permette alle imprese di contattare i migliori fornitori, consentendo notevoli risparmi nell’acquisto dei materiali;
  • eShoppingAdvisor, piattaforma che aiuta le persone a trovare i migliori e-commerce in base al prodotto desiderato e gli e-commerce stessi ad accrescere la propria reputazione grazie alla raccolta, gestione e analisi delle recensioni dei propri clienti;
  • Insoore, piattaforma che aiuta le compagnie assicurative e le aziende di fleet management a ottimizzare il processo di gestione dei sinistri, attraverso ispezioni video-fotografiche e stime dei danni effettuate da una comunità di migliaia di esperti, in tempo reale e su richiesta;
  • Ipervox, piattaforma che permette di creare rapidamente applicazioni vocali aiutando le aziende a raggiungere i propri clienti su piattaforme dedicate come Amazon Alexa, Google e Siri;
  • Offlunch, servizio di food delivery rivolto ai dipendenti delle aziende per ordinare in modo facile ed economico il pranzo in ufficio;
  • Shampora, e-commerce che permette ai clienti di creare e acquistare prodotti per capelli personalizzati grazie a un assistente virtuale che analizza le loro specifiche esigenze; 
  • Vikey, soluzione hardware e software che consente l’apertura da remoto delle porte di case vacanze, hotel e B&B e lo svolgimento di tutte le pratiche burocratiche.

3 milioni per Altilia

Il 1° marzo 2021, CDP Venture Capital SGR ha deliberato un investimento fino a 3 milioni di euro nella PMI innovativa Altilia, deep-tech company impegnata nello sviluppo di Altilia Intelligent Automation, una piattaforma evoluta di Intelligenza Artificiale rivolta all’automazione di sofisticati processi aziendali.

L’ingresso di CDP Venture Capital SGR, attraverso il Fondo Italia Venture II – Fondo Imprese Sud, nella compagine societaria, che ha visto nel ruolo di Advisor l’Incubatore e Acceleratore Entopan Innovation, consentirà di scalare rapidamente le attività di ricerca e aumentare l’impatto sul mercato, con una decisa espansione in termini di internazionalizzazione dell’offerta. L’operazione ha previsto la sottoscrizione di una prima tranche di aumento di capitale di 2 milioni di euro al closing e di una seconda tranche da 1 milione di euro da sottoscriversi entro la fine del 2021. 

La tecnologia Altilia Intelligent Automation si afferma sul mercato come “disruptive” perché consente alle persone di trasferire la propria conoscenza agli algoritmi con grande semplicità. Questi stessi algoritmi hanno dunque la capacità di apprendere e svolgere autonomamente compiti complessi che normalmente richiederebbero l’intervento umano.

La piattaforma proposta da Altilia è infatti in grado di aiutare analisti e decision maker a costruire, istruire e applicare modelli di AI su misura delle proprie esigenze, senza possedere necessariamente specifiche competenze tecniche in questo settore, al fine di gestire armonicamente flussi di lavoro automatizzati che eseguono singole attività o interi processi. Grazie a un grande impegno in ricerca e sviluppo, Altilia integra tecnologie di intelligenza artificiale con la cosiddetta Robotic Process Automation (RPA), per automatizzare anche quelle attività che richiedono capacità di giudizio e di contestualizzazione tipicamente umane.

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.