Aiuti alimentari FEAD: Agea, più tempo per le adesioni del Terzo settore

 

Aiuti alimentari FEAD - Photo credit: Foto di congerdesign da Pixabay Agea aggiorna le istruzioni per gli Enti del Terzo settore interessati a partecipare al nuovo Programma di distribuzione di aiuti alimentari a valere sul Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD) 2014-2020. Domande entro il 22 febbraio 2021.

> Come ci si iscrive al Registro unico nazionale del Terzo settore

Con le istruzioni operative n. 110 del 4 dicembre Agea ha aggiornato le modalità di adesione al Programma per la distribuzione di aiuti alimentari destinati alle persone in condizione di povertà e per la realizzazione delle misure di accompagnamento finanziate dal FEAD, il Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti 2014-2020.

Chi può partecipare al Programma FEAD per la distribuzione di aiuti alimentari

La partecipazione al programma è aperta agli Enti iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo Settore, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Fino alla piena operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore, continua a valere l'iscrizione ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore; per essere ammessi, inoltre, gli Enti devono avere nel proprio oggetto sociale, così come descritto nello statuto dell’organismo, finalità di intervento nell’area della povertà e del disagio sociale.

Sono ammessi a partecipare alle attività di distribuzione degli aiuti FEAD anche gli enti religiosi civilmente riconosciuti che svolgano attività - non a scopo di lucro - di assistenza e beneficienza in materia di povertà e disagio sociale.

In cosa consistono le attività finanziate dal FEAD 2014-2020

Gli interventi di sostegno alimentare possono essere realizzati attraverso l'organizzazione di servizi di mensa, la distribuzione di pacchi, anche tramite unità di strada, empori sociali e distribuzione domiciliare.

In aggiunta alla distribuzione di prodotti alimentari e/o alla fornitura di assistenza materiale di base, al fine di affrontare le emergenze sociali in modo più cosciente e sostenibile sono previste diverse misure di accompagnamento quali:

  • accoglienza e ascolto: attività di primo contatto per accogliere e valutare la domanda di aiuto/bisogno;
  • informazione, consulenza e orientamento: attività volte a orientare e facilitare l’accesso alla rete territoriale dei servizi, informazione sulle procedure e assistenza per le pratiche amministrative;
  • accompagnamento ai servizi: sostegno all’accesso al sistema dei servizi locale e lavoro di rete con i servizi locali;
  • sostegno psicologico;
  • educativa alimentare: supporto allo sviluppo di comportamenti alimentari corretti e consapevoli;
  • consulenza nella gestione del bilancio familiare: supporto alla pianificazione e gestione delle spese;
  • sostegno scolastico: sostegno a bambini e ragazzi nelle attività di studio;
  • sostegno e orientamento alla ricerca di lavoro: assistenza nella compilazione di C.V. e delle domande di lavoro, preparazione ai colloqui, individuazione delle offerte di impiego, indirizzamento ai Centri per l’Impiego;
  • prima assistenza medica: assistenza medica qualificata, distribuzione di farmaci da parte di personale specializzato, servizi ambulatoriali;
  • tutela legale: consulenza legale per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale.

> Salario minimo europeo, come funziona

Come presentare la domanda di adesione al FEAD

Le domande di adesione al Programma devono essere presentate dalle Organizzazioni partner Capofila (OpC) accreditate presso AGEA, cui possono affiliarsi delle Organizzazioni partner Territoriali (OpT) che soddisfano particolari requisiti in termini di capacità di stoccaggio, conservazione e distribuzione dei prodotti, nonché tracciabilità dei flussi.

Con le nuove istruzioni operative di Agea, il termine per la presentazione delle domande di affiliazione alle OpC slitta dal 20 dicembre al 18 gennaio 2021, mentre la scadenza per la validazione da parte delle Organizzazioni partner capofila, inizialmente fissata al 10 gennaio, è rinviata al 25 gennaio 2021.

Una volta accolte le domande di affiliazione per le OpT, le Organizzazioni partner Capofila potranno accedere al SIAN dal 28 gennaio e trasmettere l'istanza di adesione al Programma FEAD sul portale SIAN entro il 22 febbraio 2021.

Photo credit: Foto di congerdesign da Pixabay 

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.