Non solo superbonus: i tanti bonus in Manovra

 

Bonus 2021 - Foto di Karolina Grabowska da PexelsDal bonus smartphone al bonus idrico, fino a quelli per cuochi e occhiali. In Manovra 2021 arriva una pioggia di mini incentivi. 

Tutte le misure della Manovra 2021

In Legge di bilancio 2021 spicca la proroga al 2022 del superbonus 110%. Ma non è il solo bonus disponibile: nel testo  figura un ampio ventaglio di agevolazioni. 

Bonus smartphone

Le famiglie a basso reddito, con ISEE inferiore ai 20mila euro, possono richiedere un kit digitalizzazione per acquistare un dispositivo mobile in comodato gratuito dotato di connettività per un anno o uno smartphone.

Bonus idrico

Vale 1.000 euro l’incentivo per la sostituzione di lavandini, rubinetti e docce. Il bonus idrico è rivolto alle persone fisiche residenti in Italia e può essere utilizzato entro il 31 dicembre 2021.

A questo si aggiunge un credito d’imposta fino al 50% delle spese sostenute per l'acquisto di sistemi di filtraggio dell'acqua potabile.

Bonus occhiali

I membri dei nuclei familiari con Isee inferiore ai 10.000 euro annui possono richiedere un voucher una tantum di 50 euro quale contributo per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive.

Obiettivo: garantire la tutela della salute della vista anche in considerazione delle difficoltà economiche derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid19. 

Bonus cuochi

Introdotto in Manovra un credito d’imposta in favore dei cuochi professionisti presso alberghi e ristoranti, sia come lavoratori dipendenti che come lavoratori autonomi con partita IVA, anche nei casi in cui non siano in possesso del codice ATECO 5.2.2.1.0.

Il credito d’imposta copre fino al 40% delle spese sostenute per l'acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale, strettamente funzionali all'esercizio dell'attività, tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

Bonus studenti fuori sede

Stanziati 15 milioni per il 2021 per un fondo , finalizzato alla corresponsione di contributi per le spese di locazione abitativa degli studenti fuori sede iscritti alle università statali. 

Il contributo è rivolto agli studenti fuori sede con Isee non superiore a 20mila che non usufruiscono di altri contributi pubblici per l'alloggio e che siano residenti in luogo diverso rispetto a quello dove è ubicato l'immobile locato. 

Il fondo sarà gestito direttamente dalle università che erogheranno il contributo agli studenti previo verifica dei requisiti.

Contributi per gli affitti

Previsto inoltre un contributo a fondo perduto al locatore di immobili siti nei comuni ad alta tensione abitativa e che siano abitazioni principali del locatario, ove riduca il canone del contratto di locazione. Il contributo è riconosciuto fino al 50% della riduzione del canone, entro il limite massimo annuo di 1.200 euro per singolo locatore.

Il bonus cargo bike

Oltre ai più noti bonus auto, dedicato all'acquisto di auto elettriche, ibride e euro 6, debutta in Manovra un contributo dedicato alle cargo bike. Si tratta di un credito d'imposta annuo fino al 30% delle spese sostenute e documentate per l'acquisto di cargo bike e cargo bike a pedalata assistita, fino ad un importo massimo di 2.000 euro l’anno. 

Il bonus è rivolto alle microimprese e alle piccole imprese che svolgono attività di trasporto merci urbano di ultimo miglio, nel limite massimo complessivo di 2 milioni di euro per l'anno 2021. I criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d'imposta sono demandati a un provvedimento del Ministero dell'ambiente, di concerto con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e il Ministero dell'economia.

Bonus TV 4.0

100 milioni sono destinati al contributo per sostituire gli apparecchi televisivi non idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie DVB-T2 e favorire il corretto smaltimento degli apparecchi obsoleti, attraverso il riciclo in ottica di tutela ambientale e di economia circolare di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Il cosiddetto bonus TV 4.0 consiste in un buono di un valore massimo di 50 euro, a beneficio di nuclei familiari con ISEE non superiore a 20.000 euro, per l’acquisto di apparecchi atti a ricevere programmi e servizi radiotelevisivi – dotati, in caso di decoder, anche di presa o di convertitore idonei ai collegamenti alla presa SCART dei televisori - con interfacce di programmi (API) aperte, laddove presenti, a prescindere dalla piattaforma tecnologica scelta dal consumatore, sia essa terrestre, satellitare e, ove disponibile, via cavo.

Il testo della Legge di bilancio 2021 (legge 178-2020)

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.