Via a Smart Export, il corso gratuito online di alto livello di ICE e 5 università

 

Corso gratuito export manager: Progetto Smart Export ICEParte il 10 marzo il corso gratuito online sull’export promosso da Farnesina, CRUI, ICE e 5 tra le principali Business School italiane, con l'obiettivo di rafforzare la capacità delle imprese ad operare sui mercati internazionali. Ai 6 percorsi formativi possono partecipare PMI e consulenti.

Via alle domande per il bando voucher TEM digitali

Si chiama “Progetto Smart Export - l’Accademia digitale per l’internazionalizzazione” ed è una delle iniziative formative più rilevanti previste dal Patto per l’export per aumentare la preparazione delle imprese italiane nel campo dell’internazionalizzazione.

Grazie infatti a 6 percorsi mirati di alta formazione accademica interamente fruibili on-line, la Farnesina mira a formare ben 20mila aziende, professionisti e consulenti di impresa che operano a sostegno dei processi di export delle PMI.

I 6 percorsi formativi saranno tenuti, oltre che dall’ICE, da 5 delle più prestigiose Università e Business School italiane: Bologna Business School, Federica Web Learning - Università di Napoli Federico II, Luiss Business School, MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business e SDA Bocconi School of Management.

I corsi saranno erogati tramite Federica Web Learning, il Centro dell’Università di Napoli Federico II, dove rimarranno disponibili per 12 mesi, fino al 9 marzo 2022.

Ciascun partecipante può decidere se seguire uno o più percorsi formativi (anche tutti). Ciascuno di loro è composto da 5 lezioni che prevedono anche un test finale. Oltre alle lezioni vere e proprie, tutti i percorsi includono anche l’intervento di testimonial e imprenditori.

Contributi internazionalizzazione: nel 2021 bonus per export digitale e non solo

Chi può partecipare al Progetto Smart Export

Al corso online sul commercio internazionale possono iscriversi sia le imprese, sia liberi professionisti e consulenti sull’export.

Per seguire le lezioni è necesario iscriversi sulla piattaforma smartexportacademy.it ed eseguire un test di orientamento per essere indirizzato verso i percorsi formativi più attinenti al proprio profilo. Come già detto, però, i partecipanti potranno decidere di seguire tutti e 6 i percorsi formativi.

Le lezioni saranno caricate ogni 15 giorni e saranno comunicate tramite email. Sarà possibile seguirle sia in diretta, sia successivamente, dato che i contenuti sono disponibili 7 giorni su 7.

SACE-Confprofessioni per la crescita dei professionisti nel campo dell’internazionalizzazione

I corsi del Progetto Smart Export

L’Accademia digitale per l'internazionalizzazione prevede, come detto, 6 corsi, ciascuno tenuto da un soggetto formatore diverso.

Il primo corso è tenuto dalla Luiss Business School e ha come obiettivo quello di fornire competenze per la comprensione e la definizione delle strategie di business intelligence e di sviluppo internazionale nell'era post-Covid.

Il secondo corso assume il titolo di “Strutturarsi per la continuità, la crescita e l'internazionalizzazione” ed è tenuto dalla Bocconi. In questo caso l’obiettivo è quello di fornire alle aziende una visione d'insieme delle possibili scelte “strumentali” per l'espansione internazionale.

Il terzo corso è a cura invece dell’ICE a cui è assegnato il set di lezioni sulle “Pratiche e le tecniche di internazionalizzazione”. Si tratta di un modulo importante perché fornisce gli strumenti tecnici e operativi necessari per una corretta pratica di internazionalizzazione. Le tematiche che verranno affrontare sono infatti quattro: contrattualistica e pagamenti internazionali; trasporti e dogane nel commercio internazionale; marchi e brevetti; logistica e supply chain.

Il quarto corso riguarda la “Gestione dell'innovazione e processi imprenditoriali” ed è tenuto dalla Bologna Business School. Affrontando temi come le strategie di innovazione, l’organizzazione dell'innovazione e l’imprenditorialità e il business planning, l’azienda sarà in grado di sviluppare competenze specifiche a livello di impresa nell'ambito della gestione del cambiamento.

Il quinto corso è tenuto da Federica Web Learning - Università di Napoli Federico II che cura il primo modulo del tema “trasformazione digitale e gestione del cambiamento”. L'obiettivo è quello di far comprendere alle imprese come le tecnologie digitali possono impattare positivamente sulla vita delle piccole e medie imprese.

Infine il sesto corso è quello di MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business a cui è affidato il secondo modulo del tema “trasformazione digitale e gestione del cambiamento”. In questo caso l'obiettivo è quello di rendere le imprese capaci di identificare gli elementi fondamentali, le soluzioni tecnologiche e i fattori critici di successo per implementare un'iniziativa di commercio elettronico efficace e una strategia di export digitale tramite strumenti come: l’e-Commerce BtoC, il digital BtoB e l’export digitale.

Export: accordo ICE-Alibaba per e-commerce B2B

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.