Fondo italiano per la scienza: pubblicato il bando con i grant per i ricercatori

 

Fondo italiano scienzaA disposizione ci sono 50 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca fondamentale condotti da ricercatori emergenti ed affermati in diversi ambiti, dalle scienze della vita all'ingegneria.

Horizon Europe: le call Marie-Curie per la mobilità dei ricercatori  

Istituito con il decreto Sostegni bis (dl 73-2021), il Fondo italiano per la scienza (FIS) sostiene la ricerca fondamentale nel contesto dei programmi di ricerca di alta qualificazione.

Le risorse a disposizione ammontano a 50 milioni di euro per il 2021 e 150 milioni a decorrere dal 2022.

Cosa finanzia il Fondo italiano per la scienza?

Il Ministero dell'università e della ricerca ha pubblicato il primo bando che dà attuazione al Fondo italiano per la scienza; le risorse stanziate sono pari a 50 milioni di euro, ripartiti tra due linee di intervento:

  • 20 milioni per progetti di ricerca fondamentale condotti da ricercatori emergenti
  • 30 milioni per progetti di ricerca fondamentale condotti da ricercatori affermati

Anche gli schemi di finanziamento sono due e si ispirano alle sovvenzioni dell'European Research Council (ERC):

  • Starting Grant per i ricercatori emergenti, con un finanziamento massimo di un milione di euro per progetto;
  • Advanced Grant per i ricercatori affermati, con un finanziamento massimo di 1,5 milioni di euro per progetto.

Tra le spese ammissibili rientrano: costi del personale, acquisto di strumenti ed attrezzature, altri costi di esercizio (pubblicazione di libri, missioni all'estero, accesso alle infrastrutture di ricerca, ecc), servizi di consulenza scientifica o di assistenza tecnico-scientifica, spese generali.

Le proposte progettuali dovranno fare riferimento ai macrosettori di ricerca invididuati dall'ERC: Life sciences (LF), Physical Sciences and Engineering (PE) e Social Sciences and Humanities (SH).

Nell’ambito delle proposte afferenti ai primi due macrosettori, i proponenti potranno richiedere un contributo aggiuntivo in conto capitale -  fino ad un massimo di 500mila euro - per il finanziamento dell’acquisto di attrezzature.

I progetti possono essere presentati, in qualità di soggetti ospitanti, da università, centri di ricerca e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) con sede in Italia. La durata massima dei progetti è di 5 anni.

Per la valutazione delle proposte è prevista una procedura in due fasi: nella prima fase sarà valutata la proposta progettuale sintetica; solo le proposte che avranno superato la seleziona potranno accedere alla seconda fase, in cui verrà valutata la proposta progettuale completa.

Per sostenere la ricerca fondamentale, il Ministro dell'università e della ricerca fa sapere che interverrà anche per sostenere le proposte progettuali italiane presentate a valere sui bandi europei dell'ERC (ERC Starting Grant ed ERC Advanced Grant), che - seppur con una valutazione eccellente - non possono essere finanziate per carenza di fondi. 

Per il finanziamento di questi progetti potranno essere utilizzare: quote degli stanziamenti annuali del Fondo Investimenti nella Ricerca Scientifica e Tecnologica (FIRST), del Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca (FISR) e del fondo Next Generation EU destinate a finanziare linee rilevanti del PNRR.

Le proposte progettuali dovranno essere presentate dal 26 ottobre al 27 dicembre 2021.

Consulta la scheda sul Fondo italiano per la scienza

Dai dottorati alle startup: guida ai fondi del Recovery Plan per ricerca e innovazione

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.