Contributi ai Comuni per ridurre la plastica: cosa prevede il programma sperimentale Mangiaplastica

 

Programma Mangiaplastica - Foto di Stas Knop da PexelsPuò contare su un budget di 27 milioni che verranno impiegati, dal 2021 al 2024, per fornire un contributo ai Comuni per l’acquisto e l’installazione di eco-compattatori per ridurre i rifiuti in plastica, favorirne la raccolta e il riciclo.

Bandi per raccolta differenziata e riciclo: 2 miliardi dal PNRR

Ha un nome che parla da sé. Il programma sperimentale Mangiaplastica, avviato dal Ministero della Transizione ecologica, ha un obiettivo chiaro: contenere la produzione di rifiuti in plastica. 

Come? Attraverso l’utilizzo di ecocompattatori, favorendo la raccolta selettiva e migliorando l’intercettazione e il riciclo in un’ottica di economia circolare.

A definire i criteri, le condizioni e le modalità per la concessione ed erogazione del contributo rivolto ai Comuni è un decreto MiTE del 2 settembre 2021, pubblicato l’11 ottobre in Gazzetta ufficiale

In particolare i Comuni con popolazione inferiore a 100.000 abitanti possono presentare una sola istanza per l’acquisto di un eco-compattatore, mentre quelli la cui popolazione supera la soglia dei 100.000 abitanti possono presentare un’istanza, per ciascuna delle categorie di eco-compattatori, nei limiti di un macchinario ogni 100.000 abitanti. 

Cosa finanzia il programma sperimentale Mangiaplastica

Per eco-compattatore si intende un macchinario per la raccolta differenziata di bottiglie per bevande in PET, in grado di riconoscere in modo selettivo le bottiglie in PET e ridurne il volume favorendone il riciclo.

Per la concessione dei contributi sono messi a disposizione 27 milioni di euro, così distribuiti tra il 2021 e il 2024: 16 milioni per il primo anno, 5 milioni per il 2022, 4 milioni per il 2023 e 2 milioni per l’ultimo anno del programma. 

Le istanze accedono alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e il contributo è erogato fino a esaurimento della disponibilità annuale di finanziamento, nel limite di:

  • 15.000 euro per l’acquisto di un ecocompattatore di capacità media,
  • 30.000 euro per l’acquisto di un eco-compattatore di capacità alta. 

Dopo due anni è pronto a partire il bonus per i negozi che vendono prodotti sfusi. Sarà un click day?

Quando presentare domanda di accesso ai contributi

I Comuni possono presentare le istanze di accesso ai contributi entro il 9 novembre per l'annualità 2021. Per gli anni successivi sono previste altre scadenze:

  • per l’annualità 2022 dal 31 gennaio 2022 al 31 marzo 2022;
  • per l’annualità 2023 dal 31 gennaio 2023 al 31 marzo 2023
  • per l’annualità 2024 dal 31 gennaio 2024 al 31 marzo 2024.
Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.