Da Bruxelles una nuova guida ai finanziamenti per la cultura

 

CulturEU - Mariya Gabriel - European Union, 2021 - Source: EC - Audiovisual Service - Photographer: Lukasz KobusSi chiama CulturEU lo sportello unico che riunisce le molteplici opportunità di sostegno finanziario provenienti da 21 diversi programmi UE come Europa creativa, Horizon Europe, InvestEU e i fondi strutturali. 

Guida ai nuovi programmi di finanziamento UE 2021-27 

Lo strumento interattivo online offre a qualsiasi organizzazione culturale europea la possibilità di scoprire i regimi di sostegno comunitari disponibili più adatti alle proprie esigenze, aiutando questi soggetti nel percorso verso una ripresa sostenibile.

"Era giunto il momento di guidare gli operatori culturali nella ricerca di fondi europei e raccogliere in un'unica guida tutte le opportunità di finanziamento offerte dall'UE. Si tratta di un esercizio di mappatura senza precedenti, che consente a tutti gli operatori culturali di individuare in soli tre clic il miglior finanziamento europeo per le loro esigenze tra le 75 opportunità disponibili", ha dichiarato la commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, Mariya Gabriel.

CulturEU: guida ai fondi europei per la cultura

La guida nasce con l'obiettivo di aiutare partner di ogni tipo e dimensione attivi nei settori culturali e creativi a orientarsi nel panorama dei fondi UE, capire quali opportunità sono a loro disposizione e quindi ad accedere più facilmente ai finanziamenti europei.

Gli interessati possono filtrare automaticamente i sussidi a seconda delle proprie esigenze, del proprio settore e del tipo di organizzazione che rappresentano, accedendo anche ad esempi stimolanti e best practices.

CulturEU sarà aggiornata regolarmente con le informazioni più recenti sulla pubblicazione di nuovi inviti a presentare proposte e sarà disponibile in tutte le lingue dell'UE a inizio 2022.

Il sostegno UE alla cultura nella crisi Covid 

Sin dall'inizio della pandemia, l'Esecutivo europeo ha adottato numerose misure per mitigare l'impatto della crisi Covid-19 sui settori culturali e creativi - tra i più colpiti dalle restrizioni per limitare la diffusione del virus - coadiuvando gli interventi dei 27 Stati membri tramite sostegno finanziario ed investimenti nel rispetto delle competenze nazionali.

A livello europeo, le azioni finora intraprese per il supporto e il rilancio di questi comparti comprendono:

  • l'aumento delle risorse dedicate all'ecosistema culturale e creativo per il settennato 2021-2027, con quasi 2,5 miliardi di euro nell'ambito del programma Europa creativa e quasi 2 miliardi a titolo di Horizon Europe;
  • lo stanziamento di fondi nell'ambito del Dispositivo per la ripresa e la resilienza;
  • l'approvazione di aiuti nazionali ai sensi del Quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato per un importo complessivo superiore a 420 milioni di euro;
  • la pubblicazione degli orientamenti comunitari sulla riapertura e la ripresa in sicurezza dei settori produttivi;
  • l'apertura di Creatives Unite, una piattaforma ad hoc - che conta attualmente più di 43 mila utenti - per mezzo della quale artisti, interpreti o esecutori e altri professionisti dei settori culturali e creativi possono condividere informazioni e iniziative e scambiarsi idee. 

Cosa prevede l'accordo sul bilancio UE 2021-2027

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.