E-commerce, accordo ICE-Alibaba: cosa prevede la seconda edizione?

 

Photocredit: Marsel Elia da Pixabay ICE e Alibaba hanno rinnovato l’accordo che permetterà ad altre mille imprese italiane di essere presenti nell’Italian Pavillion, la sezione dedicata al Made in Italy della piattaforma B2B.

Come funziona il bonus export digitale?

A confermare la sigla del nuovo accordo con il colosso cinese delle vendite online è stato lo stesso presidente dell’ICE, Carlo Ferro. Si tratta di “un accordo importante perché apre le PMI a un mercato in forte sviluppo”, ha twittato infatti Ferro, sottolineando anche il dato “interessante” rappresentato dall’adesione del Sud, presente con un 30% del totale, a fronte di un contributo del Mezzogiorno all’export complessivo italiano (sia online che offline) che di solito si attesta invece sul 10%.

La notizia è di quelle importanti per l’export italiano perché, oltre a continuare a garantire l’accesso ad un mercato ormai cruciale per le vendite internazionali, conferma anche la bontà della scelta dell’ICE di puntare non solo sulle piattaforma B2C, ma anche su quelle B2B.

L’accordo ICE-Alibaba è infatti l’unica intesa, tra quelle firmate dall’ICE con vari marketplace in giro per il mondo, a riguardare il segmento B2B, quello cioè che mette in contatto le imprese con altri buyer professionali e non con i consumatori finali.

A confermare il successo, ci sono del resto i numeri della prima edizione. Nata all'inizio per 300 imprese, a distanza di cinque mesi l'iniziativa è arrivata a coinvolgerne in realtà quasi mille. Segno del grande interesse delle aziende italiane ad utilizzare l'e-commerce per vendere in un mercato distante e complesso come quello cinese, reso ancora più lontano dalla pandemia e dalle conseguenti restrizioni sui viaggi.

In realtà, Alibaba va anche oltre il “semplice” mercato cinese. Sebbene fosse nato originariamente per la Cina, nel corso degli anni la società ha assistito ad una espansione anche al di fuori dell’Estremo Oriente, raggiungendo mercati come gli USA, il Canada, la Germania, UK, il Messico, la Russia e l’India. 

Piattaforma Business Matching CDP: a fine mese i primi B2B

Cosa prevede la seconda edizione dell’accordo ICE-Alibaba?

Sulla falsariga di quanto fatto la prima volta, anche questo secondo accordo prevede una serie di servizi gratuiti che saranno assicurati alle imprese italiane che verrano selezionate.

In particolare, oltre a ricevere un supporto nella fase di registrazione sulla piattaforma, le aziende godranno per 24 mesi dei vantaggi di un Global Gold Supplier sulla piattaforma Alibaba.com senza dover sostenere il costo di membership, che verrà finanziato dall’Agenzia ICE.

Le aziende, inoltre, verranno seguite e guidate all’utilizzo della piattaforma per sfruttare al meglio l’opportunità di internazionalizzazione e godranno di una visibilità per i propri prodotti, assicurata anche grazie ad un credito che riceveranno per finanziare campagne pubblicitarie in keyword advertising per generare ulteriore flusso di traffico verso la vetrina aziendale.

Consulta la pagina dedicata all’iniziativa e scopri come aderire

Photocredit: Marsel Elia da Pixabay 

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.