UE: 160 milioni di euro contro la fame nel mondo

 
Il servizio degli aiuti umanitari della Commissione europea ha stanziato 160 milioni di euro a favore delle vittime di gravi carestie in Africa subsahariana, Asia, Caucaso, Medio Oriente ed Africa del Nord, per la lotta contro la fame nel mondo. Gli aiuti riguarderanno circa 18,7 milioni di individui e la priorità sarà accordata ai giovani ed alle giovani madri.

Il sostegno sarà apportato ai seguenti tipi di progetti:

  • distribuzione di aiuti alimentari alle popolazioni in difficoltà all’indomani di catastrofi naturali, epidemie e conflitti armati;
  • assistenza in materia di recupero alimentare ai gruppi vulnerabili vittime di crisi, improvvise o di lunga durata, e più particolarmente ai minori di età inferiore ai cinque anni ed alle loro madri;
  • attività finalizzate a ristabilire le risorse delle comunità rurali;
  • ristabilimento dei mezzi di sussistenza essenziale delle popolazioni vulnerabili dopo una crisi.

Le attività previste includono un aiuto a breve termine alla produzione per la sopravvivenza familiare (distribuzione di sementi o di strumenti) ed alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento alimentare (ad esempio la pesca come mezzo di sussistenza o allevamento privato).

La maggior parte dei progetti finanziati a titolo della decisione saranno messi in opera dal Programma alimentare mondiale della Nazioni Unite. I progetti che riguardano la nutrizione e la sicurezza alimentare a breve termine saranno affidati ad altri partners operativi della Commissione, ad ONGs ed al Comitato internazionale della Croce Rossa.
(Fonte: Commissione Europea)

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.