Ricerca e Innovazione: approvata prima Legge Quadro Veneta

 
Il Consiglio regionale ha approvato la legge per la “promozione ed il coordinamento della ricerca scientifica, dello sviluppo economico e dell’innovazione nel sistema produttivo regionale”. “E’ una vera e propria legge quadro – ha sottolineato l'assessore Gava – con la quale per la prima volta si creeranno sinergia e coordinamento tra i diversi attori della ricerca e dell’innovazione, come Università, Imprese, Centri di Ricerca, Parchi Scientifici e Tecnologici. 

Non solo sul piano teorico – ha tenuto a sottolinea Gava – ma anche su quello tanto concreto quanto irrinunciabile delle azioni sulle quali fare sistema per sfruttare al meglio le diverse fonti di finanziamento che si renderanno disponibili, a cominciare da quelle nazionali per arrivare a quelle, ingenti, di fonte europea”. Gava ha posto l’accento sulla caratterizzazione di questa nuova legge, rivolta con decisione alla ricerca applicata al settore industriale e al trasferimento tecnologico, sottolineando la “felice coincidenza che ha permesso, in pochi giorni, di vedere in Veneto il primo accordo di cooperazione tra i Parchi Scientifici, l’approvazione di questa legge quadro, e la conclusione del lavoro su ricerca e innovazione svoltosi nell’ambito del Forum della Competitività, che proprio oggi a Villa Pat di Sedico tiene il workshop dal quale deriverà la redazione del primo libro bianco specifico”. “Costruire uno strumento di coordinamento come questa legge – ha concluso Gava – è stata una sfida; ora ne affrontiamo un’altra, che è la sua applicazione, a cominciare dalla celere costituzione degli organismi previsti, come il Comitato d’Indirizzo Regionale, l’Osservatorio, e la Commissione per la valutazione della trasferibilità economica della ricerca universitaria e pubblica”.
(fonte: http://www.regione.veneto.it)

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.