Sardegna: contributi per l'edilizia abitativa

 
La Regione Sardegna ha emanato un Bando pubblico per la concessione dei contributi a fondo perduto al fine di favorire l’acquisto, la costruzione o il recupero della prima casa di abitazione. La dotazione finanziaria disponibile per l’attuazione dell’intervento è pari ad euro 25.000.000.

L’intervento della Regione è destinato a promuovere l’accesso alla proprietà della prima casa di civile abitazione, attraverso i seguenti interventi:
a) costruzione in proprio;
b) recupero in proprio;
c) acquisto;
d) acquisto con recupero.

La graduatoria sarà pronta nell'arco di sette-dieci giorni dalla conclusione della procedura di acquisizione delle domande. Come disposto dalla legge finanziaria regionale 2008 del Consiglio regionale, sarà garantita la priorità alle famiglie di nuova formazione e ai genitori soli con figli a carico e, sul piano degli interventi, sarà data la priorità al recupero e all'acquisto del patrimonio edilizio esistente, nel rispetto del territorio e dell'ambiente. Per la presentazione della domanda non sarà necessario allegare alcun documento.

Il Bando rientra in un programma straordinario di edilizia abitativa, che in base all'’articolo 8, comma 22, della legge regionale 5 marzo 2008, n. 3 (legge finanziaria della Regione per il 2008), dispone di uno stanziamento complessivo di euro 105.579.000 di cui euro 80.000.000 a carico dei fondi regionali, rispettivamente euro 50.000.000 per l’anno 2008 ed euro 30.000.000 per l’anno 2009, ed euro 25.579.000 mediante utilizzo dei finanziamenti assegnati dallo Stato in applicazione dell’accordo di programma del 27 ottobre 2000 in materia di edilizia agevolata.
(Fonte: Regione Sardegna)

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.