Toscana: garanzie bancarie per start-up e PMI

 
Fidi Toscana ha un budget di 100 milioni di euro per rilasciare garanzie bancarie "a prima richiesta" a piccole e medie imprese che hanno investimenti in programma (o già realizzati negli ultimi 2 anni), che devono effettuare il consolidamento di passività a breve termine o la ristrutturazione di finanziamenti a medio termine in regolare ammortamento.

La garanzia rilasciata da Fidi Toscana può coprire fino al 60% dell’operazione finanziaria, non può superare l'importo di 500mila euro su un finanziamento della durata minima di 36mesi e viene comunque tenuto conto del cumulo di rischio massimo assumibile da Fidi Toscana e dal Fondo Centrale di Garanzia.

Possono beneficiare dello strumento le 

  1. PMI costituite in forma di società di capitali
  2. Nuove imprese di qualsiasi forma giuridica

Le imprese richiedenti il finanziamento a Banca CR Firenze devono essere in possesso dei parametri dimensionali di cui alla vigente disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato e devono rispettare alcuni parametri di bilancio (struttura patrimoniale equilibrata e redditività, presente o prospettica, sufficiente a far fronte al servizio complessivo del debito).

Il costo della garanzia a carico dell’impresa è pari al 2% una tantum sull’importo erogato (ridotta all'1,5% per le imprese che si collocano nelle classi di merito Ottima e Distinta). Il costo della garanzia non potrà comunque superare Euro 30.000.

La banca non potrà acquisire garanzie reali, bancarie o assicurative a sostegno dell’operazione. La convenzione ha durata fino al 30.06.2009
(Fonte: FidiToscana)

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.