Lombardia: innovazione e creativita’, al via il bando per le imprese culturali

 

InnovazioneFavorire l’occupazione e la nascita di nuove imprese nel settore culturale e creativo in Lombardia è l’obiettivo del bando - lanciato dalla Regione in collaborazione con la Fondazione Cariplo - per la realizzazione di progetti di mobilità transnazionale aperto dal 14 marzo al 30 aprile 2013. Le risorse stanziate ammontano ad un milione di euro e serviranno a finanziare stage e periodi di studio all'estero per disoccupati e inoccupati interessati a sviluppare prodotti e servizi innovativi.

L’avviso si inserisce nel contesto dell’accordo di collaborazione 2013-2014 da 4 milioni di euro siglato a dicembre 2012 tra Regione e Fondazione Cariplo, per avviare iniziative di promozione e sostegno alle imprese culturali e creative lombarde.

L’accordo è articolato in due linee d’intervento:

  1. Linea 1 - Imprese culturali e creative e transnazionalità: prevede la pubblicazione di due avvisi pubblici per il finanziamento di stage nei paesi dell’Ue destinati agli inoccupati o disoccupati (primo avviso) e agli imprenditori, lavoratori e ai liberi professionisti del settore (secondo avviso). La dotazione finanziaria è di 2 milioni di euro complessivi;
  2. Linea 2 - Innovazione e cultura: intende realizzare un progetto per stimolare l'avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali mirate alla produzione e alla diffusione di servizi innovativi per la valorizzazione della cultura. Il progetto sarà promosso e finanziato da Fondazione Cariplo.

Il bando rientra nella prima linea d’intervento e finanzia progetti di mobilità riferiti ai settori:

  • arti visive, spettacolo dal vivo e patrimonio culturale (musei, archivi, biblioteche, aree archeologiche e complessi monumentali);
  • imprese culturali: editoria (comprese le sue declinazioni multimediali), musica, radio-televisione, cinema e videogiochi;
  • imprese creative: design (nelle sue varie forme e declinazioni, che comprendono design di prodotto, design di comunicazione, design dei servizi, fashion design, ecc.) e pubblicità;
  • imprese che elaborano contenuti digitali, trasversali a tutti i settori citati.

I progetti sono finalizzati al miglioramento delle competenze professionali di inoccupati/disoccupati attraverso stage professionali nei paesi dell’Unione europea da svolgere presso imprese, studi professionali, incubatori d’impresa o altri enti/organismi funzionali al progetto da sviluppare.

Lo stage professionale potrà avere una durata minima di 3 mesi, fino ad un massimo di 6 mesi, e dovrà prevedere la realizzazione di un prodotto o servizio innovativo nell’ambito del settore culturale e creativo.

I progetti possono essere presentati da:

  1. università lombarde;
  2. istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) con sede in Lombardia e riconosciute dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
  3. operatori accreditati da Regione Lombardia per l’erogazione dei servizi formativi che abbiano svolto negli ultimi due anni formativi corsi di formazione superiore e corsi di specializzazione di durata pari o superiore a 500 ore;
  4. incubatori d’impresa e centri di coworking.

L’importo massimo finanziabile per ciascun progetto di mobilità è pari a 200mila euro.

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.