I primi passi del PNRR: 13 obiettivi centrati su 51. Palazzo Chigi chiede ai ministeri di accelerare

 

Pnrr - Foto di vedanti da Pexels5 investimenti e 8 riforme: sono i primi risultati della relazione del monitoraggio e lo stato di attuazione delle misure previste dal Recovery Plan nel 2021.

PNRR e Enti locali: via all’Helpdesk per i piccoli Comuni

La relazione svolta al Consiglio dei ministri dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, Roberto Garofoli, e dal ministro dell’Economia, Daniele Franco, indica nel dettaglio quanto fatto finora per centrare i traguardi fissati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, facendo il punto amministrazione per amministrazione, obiettivo per obiettivo.

In tutto sono 51 i target da centrare entro fine anno: 24 investimenti e 27 riforme. 

Al 22 settembre, in base alla relazione l’Italia è a quota 13 obiettivi conseguiti: 5 investimenti (pari al 21% del totale) e 8 riforme (pari al 30% del totale). 

Tra questi: la riforma della Pubblica amministrazione e quella del processo penale, il rifinanziamento del fondo Simest a sostegno dell'export e la riforma quadro in materia di appalti pubblici e concessioni.

Il tempo vola: il Governo chiede ai ministeri di accelerare

Per rispettare gli impegni presi con Bruxelles e incassare la prima rata in scadenza a fine anno, dopo l’anticipo di agosto, il Governo e le amministrazioni hanno ancora della strada da fare. 

I grafici inclusi nella relazione (visibili di seguito) rappresentano un monito in tal senso: ai ministeri spetta ora il compito di accelerare, mettendo a punto “un preciso piano di adozione delle riforme e di compiuta realizzazione degli interventi da attuare entro il 31 dicembre 2021, in modo da consentire un costante monitoraggio delle specifiche tappe da rispettare”.

PNRR

Ai dicasteri si chiede anche di far “pervenire al più presto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – DAGL e al Ministero dell’Economia e delle Finanze ulteriori proposte di norme attuative abilitanti ritenute necessarie per proseguire nell’attuazione del PNRR”. 

“A seguito della richiesta di alcune Amministrazioni, il Governo sta, infatti, valutando l’adozione di uno o più provvedimenti, nei quali far confluire tutte le norme ritenute necessarie dalle Amministrazioni per semplificare ed accelerare l’adozione delle misure del PNRR”, si legge ancora nella relazione. 

Monitoraggio e stato di attuazione delle misure previste dal PNRR nel 2021

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.